Come Scegliere tra gli Investimenti in Base a Rischio e Rendimento

Non attivi Di

La scelta degli investimenti è strettamente legata al loro rischio intrinseco e al loro rendimento. Questi due sono i parametri fondamentali che vengono utilizzati nella scelta degli investimenti e sono alla base della teoria di gestione del portafoglio. Vediamo come utilizzarli nella scelta degli investimenti in questa guida.

Per prima cosa bisogna riuscire ad individuare il rischio ed il rendimento di un investimento. In alcuni casi questi sono facilmente stimabili in altri meno. Il rischio in particolare viene solitamente misurato con la Varianza o con lo scarto quadratico medio. Spesso questi indicatori vengono calcolati con riferimento a dati storici.

La varianza aumenta al crescere del rischio di un investimento. Infatti questa è, solitamente, calcolata facendo riferimento alla possibile variazione del rendimento. Da ciò si capisce quindi che all’aumentare del rischio, quasi sempre, aumenta anche il possibile rendimento. Solitamente quindi la scelta va fatta in base alla propensione al rischio dell’investitore. Esistono tuttavia dei casi in cui degli investimenti sono oggettivamente migliori di altri, vediamoli.

La scelta come detto deve basarsi su varianza e rendimento. L’obiettivo è avere rendimento massimo e varianza minima. Vediamo come scegliere tra due investimenti con un esempio. Selezioniamo un investimento tra: 1) Un titolo azionario A) con Varianza pari a 1,2 e rendimento pari al 15%.2) Un titolo azionario B) con varianza 1,5 e rendimento pari a 13%.In questo caso converrà scegliere sicuramente il titolo A perché ha varianza inferiore al titolo B e rendimento maggiore.